lunedì 20 febbraio 2017

Scusa n. 95 - iPhone Club: per molti ma non per tutti!

Certo, l'acquisto di un iPhone, soprattutto se di ultima generazione, è un investimento non da poco, ma, se la causa che va a sostenere è quella giusta, allora non c'è ostacolo che tenga, fosse anche quello di carattere finanziario.
Avete cominciato ad intuire qualcosa? Ebbene, stavolta la proposta è di omaggiare Trottolino con l'ultimo modello della Apple, affinché anche lui possa fregiarsi dell'ambitissimo titolo di socio dell'iPhone Club. Farne parte è un vero e proprio status: chi lo possiede, gode di una condizione di incontestabile superiorità nei confronti di tutti gli altri che, senza tema di smentita, possono essere definiti gli sfigati del XXI secolo.
Procedere è facile: basta possedere una carta di credito e una connessione internet e il gioco è fatto! L'iPhone vi verrà spedito fino a casa senza neanche scomodarvi per raggiungere il più vicino Apple Store...
Ora tocca a Trottolino: conquistare a pieno titolo lo status a forma di mela mozzicata richiederà molto sforzo ed ore e ore di applicazione. Bisognerà studiare attentamente le istruzioni per prendere confidenza con il nuovo dispositivo, bisognerà entrare in sintonia con lui, corteggiarlo, adularlo, come si farebbe con la più desiderata e capricciosa delle amanti.
Insomma, per un po' il gonzo non avrà altri occhi che per l'ultimo arrivato... E voi? Voi, come al solito, risulterete insuperabili in quanto a perfidia ed astuzia. Lo status e il marchio di streghe versione moderna vi spetteranno ad honorem, altro che manuale di istruzioni ed apprendimento per prove ed errori!



3 commenti:

  1. Boa noite! me segue que eu sigo de volta no Google+

    Endereço meu blog: http://nintudo.blogspot.com.br/

    RispondiElimina
  2. Me pareva d'avette fatto er commento ma me sa che me so scordat de cliccà e de mannattelo. Me capita, nun ce posso fa gnente. Me pare che arcuminiava così:
    Ammzza che furba che sei! Mo tu je fai er regalo -co li sordi sua de lui, daje stacce, li conosco sti regali, quanno na cosa costa de più de du lire se metteno sempre le mano ne le saccocce de li Trottolini- così se sicura che te lo se' levata de torno pe tre semane come minimo, che lui intanto smucina e smaneggia pe fallo funzionà. Doppo tre semane te lo trovi davanti che te scodinzola tutto affettuoso perché nun cià capito na beata mazza e tu je lo devi da spiegà.Intanto l'inverno passa e ariveno le belle giornate e tu ciai tanti impegni, porella e lui deve fasse er callo a li diti e ar cervello pe fallo funzionà sto coso strano e accussì arriva Natale e tu l'hai fregato n'antra vorta perché mo te lo deve da fa lui er regalo. Mica scema tu, sei proprio strutta e l'hai fregato n'antra vorta.
    E stavorta te lo clicco bene bene che nun me fo arifregà, mica so er Trottolini tuo io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'Sti commenti sono così mitici che con loro si può fare tranquillamente un altro blog!

      Elimina